Oggi è sempre più diffusa la cremazione anche sul nostro territorio, basti pensare che l’incidenza della cremazione nel 2020 è stata di circa il 50% sul totale delle sepolture Come avviene la cremazione
Questa pratica può essere svolta in strutture autorizzate, che spesso coincidono con aree cimiteriali:

i Templi Crematori

Devono essere in grado di trattare resti umani ad alte temperature,; seguendo accuratamente determinate regole, tra cui quelle igieniche.

All’interno del Tempio Crematorio vi è una sala del commiato,; ove si può rendere un ultimo saluto al proprio caro, prima che venga sottoposto a cremazione.

In un’altra parte del Tempio troveremo quindi i forni crematori.

Si tratta di strutture apposite che attraverso l’uso di resistenze elettriche, di gas o tramite ricorso alla fiamma diretta,; sono in grado di raggiungere temperature che si aggirano tra i 900 e i 1.000 gradi.

Come avviene la cremazione?

La cremazione è un procedimento che trasforma il corpo umano in cenere attraverso il calore ad alta temperatura. Questo avviene in un impianto apposito chiamato crematorio.

Prima di avviare il processo di cremazione, il corpo viene preparato adeguatamente. Eventuali protesi o dispositivi medici devono essere rimossi, e in caso non venisse fatto l’impresa funebre dovrà segnalarne la presenza al Forno Crematorio. 

Il corpo viene quindi posto in una bara di legno semplice, senza la doppia cassa interna in zinco.

La cremazione avviene inserendo la bara chiusa con la salma all’interno del forno; appoggiandola su una base che viene condotta all’interno del forno da guide metalliche che la spingono nella parte superiore dell’impianto.
La prima parte che brucerà sarà la bara in legno; prenderà rapidamente fuoco viste le alte temperature.

A seguire brucerà la salma.

Il processo di cremazione può durare fino a 3 ore ed è monitorato costantemente dagli operatori del forno che possono controllare l’evoluzione dello stesso attraverso gli appositi spioncini posti sulle pareti del forno.

Il forno crematorio viene riscaldato a temperature estremamente elevate, di solito tra i 700°C e gli 800°C. Durante questo processo, l’ossigeno necessario per la combustione viene fornito tramite un sistema di ventilazione, garantendo una combustione completa del corpo. Questo processo elimina completamente il tessuto organico, lasciando solo le ossa.

Il forno crematorio è dotato di un impianto di ventilazione; che permette di mantenere sempre aria e ossigeno all’interno dello stesso, così da mantenere costante la temperatura.

Concluso il processo di combustione un gas di scarico espelle i gas prodotti, eliminando gli odori; mentre i resti vengono lasciati raffreddare su una griglia setacciata.

A questo punto attraverso una vibrazione vengono separate le polveri fini dai residui metallici (chiodi della bara, apparecchi dentali, protesi, ecc.).

Fatto ciò le ceneri verranno raccolte all’interno dell’urna scelta dalla famiglia e consegnata ai parenti.

Conclusione

In definitiva, come avviene la cremazione è un processo che richiede l’impiego di impianti specializzati, attrezzature specifiche e personale addestrato. È un procedimento che avviene con il massimo rispetto per il defunto e per i suoi cari, assicurando che il processo sia condotto in modo sicuro e conforme alle normative vigenti.

 

Se ti interessa sapere di più sulla cremazione o sulla possibile successiva destinazione delle ceneri, ti invitiamo ad approfondire l’argomento sbirciando tra i nostri articoli a questo link..

Onoranze Funebri 
Sacro Cuore 

Sempre al vostro fianco…

011.4033963